Gianfranco Baruchello, il giardino della mente.

  • Passata
  • 18 novembre 2016 - 10 gennaio 2017

LU – VE 9:00-13:00 / 14:00-18:00. Sabato su appuntamento

 

Il pensiero che guida la mano di Baruchello (Livorno 1924) – un artista ed un intellettuale estremamente colto, profondo e complesso – disegna una spirale rapida e lentissima, semplice e vertiginosa. Un pensiero che circoscrive una vastissima visione artistica, insieme sperimentale, poliedrica, sociale e politica, che spazia dall’opera aperta di Marcel Duchamp e di John Cage alla video arte, dall’universo concettuale alle ultime prospettive della Land Art. In questa ampia prospettiva, non possiamo considerare questi suoi oli su tela, e i suoi smalti su alluminio o su cartone, le sue tecniche miste e i suoi collage, come opere isolate, autoreferenziali, ma come le tessere di un mosaico artistico molto vasto. Su superfici sempre bianche, vediamo scorrere e dialogare segni, tracce, disegni, geroglifici, punti cosmogonici, in una visione che ancora una volta rivela il frammento come unità e l’unità come frammento: la centralità come dispersione e la periferia come centro. Poiché nulla si sa, tutto si immagina.

X - Chiudi
  • Realized by KVA
  • Hosting by HostingStak
  • © Copyright 2022 by De Primi Fine Art